Successivo >
Vittorio Sgarbi fa le sue scuse a Barbara d'Urso dopo la lite

Live Non è la D'Urso

Vittorio Sgarbi fa le sue scuse a Barbara d’Urso dopo la lite

Vincenzo Chianese | 1 Marzo 2020

Dopo la lite avvenuta qualche giorno fa, Vittorio Sgarbi fa le sue scuse a Barbara d’Urso a Live Non è […]

Dopo la lite avvenuta qualche giorno fa, Vittorio Sgarbi fa le sue scuse a Barbara d’Urso a Live Non è la d’Urso

Solo la scorsa settimana, durante la diretta di Live Non è la d’Urso, abbiamo assistito ad una forte lite tra Barbara d’Urso e Vittorio Sgarbi, che per giorni ha fatto discutere il web e i social. L’opinionista, durante una discussione, ha insinuato che in passato la conduttrice sia stata raccomandata da Silvio Berlusconi. A quel punto la presentatrice è andata su tutte le furie e tra i due sono volate pesanti affermazioni. Questa settimana, però, Sgarbi ha voluto fare le sue scuse alla d’Urso. Tornato a Live, Vittorio ha omaggiato la padrona di casa con delle rose rosse, aggiungendo in seguito:

“Volevo chiarire il concetto di raccomandazione, dal quale è partita la lite. La raccomandazione è nobile e giusta se è meritata. Anche io andando in televisione ho raccomandato altre persone. La raccomandazione non è per forza legata ad una cosa negativa, quindi c’è stato un equivoco. Se dico che Berlusconi mi ha raccomandato te, vuol dire che tu sei brava. Non possiamo far nascere uno scontro per una parola che è stata equivocata. Non c’era nessuna polemica, non c’era materia. Mi dispiace per la tua amarezza. Eri turbata dalla situazione, forse anche del fatto di essere senza pubblico. Mi spiace aver turbato la tua anima, ma è stato tutto un grande equivoco”

A quel punto, Barbara d’Urso ha replicato alle scuse di Vittorio Sgarbi, affermando:

“Accetto le rose, comprendo la tua interessante descrizione della parola ‘raccomandata’. Per quanto riguardo me, la parola raccomandata ha un significato ben preciso. Raccomandare qualcuno per me vuol dire ‘fai in modo che…’. Io ho vissuto la vita, da quando ho 18 anni, combattendo questa parola, lottando per la meritocrazia. L’ho insegnata anche ai miei figli, che hanno anche un nome diverso dal mio. Questa parola a me ferisce, quando si parla di me. Ecco perché ho reagito. Tu a tua volta hai reagito in modo violento. Credo che un uomo intelligente e colto come te debba essere sempre gentile. Ci sono rimasta molto male. Va bene così, abbiamo due visioni diverse”

Pace fatta, dunque, tra Vittorio Sgarbi e Barbara d’Urso. Tutto si è risolto per il meglio, e i due hanno così voltato pagina.