Matilde Brandi Visto n. 43 2021

Matilde Brandi: ‘Il GFVip? Un’arena in cui litigare, io fui troppo vera’

Matilde Brandi ripensa all'esperienza del GFVip e, con il senno di poi, offre il suo punto di vista sul reality in un'intervista al nostro settimanale

Matilde Brandi: tra spettacolo e impegno sociale

Matilde Brandi è una delle showgirl più stimate del piccolo schermo. Ha esordito in TV grazie a Gigi Proietti, poi ha lavorato con Celentano e soprattutto Giorgio Panariello, che le ha regalato la vera notorietà.

Cresciuta con il mito di Raffaella Carrà, dalla Raffa nazionale ha tratto ispirazione per diventare una soubrette a trecentosessanta gradi. Nel corso della carriera, infatti, la Brandi è passata dal ballo alla conduzione, dal musical alla recitazione a teatro. E proprio mentre aspetta di riprendere la sua tournée si è dedicata al progetto dell’Amen Spiritual Award. L’evento, celebratosi durante il Festival del Cinema a Venezia, era dedicato alle donne.

“Ho fatto la Madrina nella prima edizione di ‘Amen Spiritual Award’, un premio destinato a gratificare le donne che soffrono, e per me è stato motivo di grande orgoglio”

E sul delicato argomento della tutela della donna, Matilde Brandi afferma:

“C’è ancora in giro tanta omertà. Le donne hanno molta paura di denunciare i loro aguzzini, nonostante siano stati fatti passi importanti nella legislazione ad hoc. Oltre alla violenza fisica, esiste quella psicologica che spesso è ancora più deleteria della prima. Al punto da far perdere alle donne qualunque forma di autostima, inducendole talvolta anche a gesti estremi. Questo non andrebbe dimenticato”.

Matilde Brandi e il GFVip

Negli ultimi due anni, dopo un breve periodo di assenza dalla TV, Matilde Brandi è riapparsa tra i concorrenti del GFVip 2020, che per la pandemia è stata forse l’edizione più difficile di tutte. Rievocando quell’esperienza col senno di poi, la showgirl offre una sua interpretazione delle opportunità e della struttura di quel programma:

“Il reality è un’arena dove convivono tanti personaggi diversi con una propria personalità, allo scopo di farli litigare. A mio avviso, questo format potrebbe essere un trampolino di lancio per chi ambisce a una carriera nello spettacolo, ma solo se affrontato e vissuto con intelligenza, non cedendo ad alcuna trappola, cercando di mantenere inalterato il proprio equilibrio interiore, nascondendo i lati oscuri del proprio carattere.

Nel mio caso sono stata molto vera, forse troppo, e affermo con sincerità che se dovessi replicare un’esperienza simile sarei di certo molto più diplomatica, anche se credo che alla fine, in TV come nella vita, vinca sempre la sincerità”.

Subito dopo il GFVip Matilde Brandi tornò protagonista anche sui giornali, a causa della fine dell’amore con il compagno, il commercialista Marco Costantini.

La Brandi non fece mistero di aver saputo che, proprio durante la sua assenza da casa, Costantini aveva avuto un’altra storia. L’accaduto spinse la coppia a troncare una volta per tutte il fidanzamento, dopo ben diciassette anni insieme.

Il legame non poteva tuttavia spezzarsi del tutto, visto che i due sono genitori delle gemelle Aurora e Sofia. Dunque, com’è oggi il loro rapporto?

“Molto civile. Le ragazze sono serene, è molto meglio vivere nella sincerità che nell’ipocrisia. La vita è una sola e va vissuta nel rispetto di sé stessi e del prossimo”.

Un nuovo principe azzurro

Nel frattempo Matilde non si scoraggia, e ha fiducia che in futuro potrebbe tornare ad innamorarsi.

“Esiste un principe azzurro per ogni età! Oggi sono felicemente single, ma mi piacerebbe incontrare un uomo che rispetta in primis le donne, che sia romantico, un galantuomo e che ti conquisti con un mazzo di fiori. La vera ricchezza di un uomo sta nell’amore che può donare agli altri!”.

Sul fronte professionale, Matilde Brandi confessa di essere in attesa di un progetto che la riporti in TV, definita il suo vero “grande amore”.

“Causa Covid abbiamo dovuto interrompere la rappresentazione della pièce teatrale ‘Preferisco che restiamo amici’. Per il resto, continuo a lavorare nella mia scuola di danza, aspettando nuove proposte per la TV”.

L’intervista integrale a Matilde Brandi, firmata Maridì Vicedomini, si trova solo su Visto in allegato a Novella 2000.

Nessun Articolo da visualizzare