Successivo >
Il Mercante in Fiera cancellazione bassi ascolti

News

Il Mercante in Fiera verso la cancellazione per i bassi ascolti?

Martina Pedretti | 10 Ottobre 2023

il mercante in fiera

La Rai sembra aver optato per la cancellazione de Il Mercante in Fiera a causa dei bassi ascolti: l’indiscrezione sul futuro del game show

Rai sembra deciso a cancellare Il Mercante in Fiera

Sin da quando è partita la nuova edizione de Il Mercante In Fiera su Rai 2, l’andamento degli ascolti non ha mai raggiunto livelli soddisfacenti e continua a subire una costante diminuzione. Recentemente, il programma condotto da Pino Insegno è stato al centro di discussioni a causa di questi risultati deludenti. Ora si sussurra tra i vertici Rai la possibilità di cancellarlo prima del suo corso.

La notizia è stata riportata dal sito Dagospia, il quale ha dichiarato che “i dirigenti avrebbero già concluso la pratica, optando per la cancellazione del game”. Giuseppe Candela, in un articolo del sito, ha sottolineato come i bassi ascolti del gioco abbiano destato preoccupazione, soprattutto in vista del prossimo ritorno in TV de L’Eredità.

Questo perché per la prossima edizione de L’Eredità, in arrivo su Rai 1, è stato scelto Pino Insegno come conduttore, sostituendo Flavio Insinna. Dagospia dichiara:

“Il flop di ascolti de ‘Il Mercante in Fiera’ ha messo in crisi i vertici di Viale Mazzini. Ha agitato il Tg2, i cui ascolti sono in calo proprio per il disastroso traino, e mandato nel panico Rai Pubblicità e la società di produzione Banijay, considerando che il servizio pubblico ha affidato a Pino Insegno anche la conduzione de L’Eredità.”

Vi ricordiamo che al momento non ci sono conferme ufficiali riguardo alla cancellazione de Il Mercante In Fiera. Secondo il sito sembra però un’opzione ormai certa, visto soprattutto che i costi del programma supererebbero di gran lunga i ricavi.

Si stima che ogni puntata sia costata circa 32.000 euro, e considerando che sono previste 62 puntate, si raggiungerebbero i 2 milioni di euro. Sarà interessante quindi scoprire quale decisione prenderà la Rai in base ai dati di ascolto a disposizione.